La transazione energetica in Europa va avanti

 

K metro 0 – Roma - Procede la transazione energetica in Europa, nel 2017, infatti, per la prima volta le fonti rinnovabili, eolico, solare e biomasse, hanno generato più elettricità rispetto al carbone. Italia, Portogallo e Paesi Bassi hanno annunciato l'uscita dal carbone entro il 2025 e si impegnano, insieme a Francia e Regno Unito, ad eliminare gradualmente questa fonte. Riportiamo, in percentuali, il contributo delle energie eoliche, solari e biomasse ad alcune produzioni elettriche nazionali: 24% in Italia, 74% Danimarca, 30% Germania, 29% Portogallo, 27% Irlanda, 25% Spagna. Va detto che il contributo delle energie rinnovabili non è stato uniforme in tutta Europa. Il 2017 è stato l'anno del settore eolico a discapito del solare. Inoltre sono aumentate le emissioni. Nonostante il sistema ETS fissi un tetto sulla quantità di emissione di gas serra, la quantità di anidride carbonica nell'atmosfera è aumentata. Infatti la bassa produzione idroelettrica e nucleare e l'aumento della domanda ha portato all'aumento di produzione da fonte fossile, con un aumento delle emissioni dell'1%.

 

K metro 0»

 

La transazione energetica in Europa va avanti